Se è vero che in ognuno di noi c’è un fanciullo, un lato infantile nascosto, allora il mio è venuto fuori quando ho visto la collezione Ours di Gien. Da sempre l’orsetto è simbolo di tenerezza e rappresenta una sicurezza per ogni bambino. In giro se ne vedono ormai fin troppi: di peluche o disegnati sulle maglie, asciugamani, lenzuola; ma quando per caso ho incontrato la “famiglia Orsi” sono rimasta incantata dalla loro perfezione e il soggetto da inflazionato è diventato unico, e non importa che siano di porcellana perché riescono comunque a comunicare dolcezza e morbidezza, ricordano i momenti teneri della nostra infanzia. La famiglia si presenta numerosa, insolita per i tempi moderni, con mamma orso, papà orso e 4 figli orsetti: 3 femmine e 1 maschio. Guardando la galleria di ritratti della collezione sembra di vedere i quadri di una famiglia nobile, i volti in evidenza, seri i maschi e vezzose le donne: con nastrini e colletti, proprio come la moda di oggi ci suggerisce. La collezione prevede due linee: Bear, orsetto maschio, e Miss Bear, orsetto femmina.

Bear

Miss Bear

Ti potrebbero interessare anche: