Oriente

Richard Ginori è il marchio che più rappresenta la produzione di porcellane pregiate italiane, un’eccellenza in Italia e nel mondo nell’alta manifattura artistica; esso racchiude al suo interno la tradizione, data da una storia aziendale di ben 280 anni, l’innovazione e il design, dominati nel corso del Novecento dal genio di Gio Ponti. Ripercorrendo le collezioni della Manifattura di Doccia, si osserva una certa varietà di temi e tecniche: le linee “Catena” e “Contessa” su forma impero, la pura essenza di “Luce”, minimale quanto perfetta, e poi ancora le stilizzazioni dei paesaggi, la rielaborazione grafica del mito del labirinto o degli spazi verdi della Val d’Orcia in cui germogliano creatività e armonia, sono solo alcune delle intuizioni brillanti dell’architetto milanese.

Contessa

Catena

Val D'orcia

Il ritorno di Richard Ginori a Firenze, avvenuto lo scorso anno in una contesto che riflette lo spirito della maison, porta con sé una valenza tanto commerciale, quanto artistica. Via de’ Rondinelli, infatti, sancisce la svolta del 2013 che decreta l’annessione di Richard Ginori al gruppo Gucci, nonché un sodalizio creativo basato su frequenti rimandi a un romanticismo vittoriano. Il mese di

settembre 2014 vede la nomina di Alessandro Michele a direttore creativo, e la valorizzazione del mood delle porcellane più famose d’Europa grazie al trompe l’oeil della collezione “Cartiglio” o a quella a tema “insetti” che pone al centro del decoro farfalle, cicale e scarabei nelle loro ancestrali raffigurazioni dal forte valore simbolico. Ma è con l’opulenza di “Oriente italiano” che si sublima la vicinanza tra le maestranze della porcellana e le suggestioni asiatiche: in questa linea protagonista indiscusso è il garofano disegnato dallo stesso Ponti nel 1946 e qui reinterpretato nelle gradazioni insolite del bianco, del nero, del menta e del ruggine, solo per citarne alcune. Ed è, dunque, il concept store fiorentino il luogo eletto in cui si incontrano il nobile retaggio del marchio e le sferzate di novità a cui il top management farà ricorso per restituire spessore storico e artistico al brand, avvalendosi di nuove suggestioni e rimandi inediti alla natura ancora “inesplorata”, per conservare intatti la delicatezza e i perfetti equilibri delle forme e dei colori tipici di Richard Ginori.

Articolo di Letizia Annamaria Dabramo

 

Hesperidae

 

 

Cartiglio

 

Cartiglio

Italian PoisInsetti

 

 

Oriente italiano
Oriente italiano

 

Oriente

 

 


Ti potrebbero interessare anche: