La culla Guzzini è stata presentata fuori salone nel 2011, il tipo di culla non mi sembra molto originale, poiché è la versione elegante di quella che danno in dotazione nei nidi degli Ospedali, infatti io avevo una culletta trasparente quando è nato il mio primo figlio. Ma l’idea di creare qualcosa che aiuti tutte le mamme a vivere con meno ansia i primi giorni di vita dei loro figli, in quanto permette di controllare facilmente di notte tutti i movimenti del bebé, mi piace molto. Brava Lavinia Borromeo, è il nome per intero di Blav, la moglie del primogenito Elkann, che a tempo perso si occupa di disegnare prodotti per bambini da 0 a 4 anni. La collaborazione con Guzzini penso sia stata naturale in quanto è un marchio che da sempre lavora la plastica e con la sua esperienza poteva realizzare al meglio questa necessità. C’è anche la versione opaca (a mio parere perde la funzionalità) e a richiesta quella con ruote.

The Guzzini crib, presented outside the expo in 2011, doesn’t seem like a really original idea to me, because it is a somewhat more elegant version of the crib they give you in the hospital nursery: when I had my baby, they gave me a transparent one. However, since this article makes it possible to easily control the baby’s movements during the night, it helps a mother to get through her first days with her baby in a less anxious way, and so I like it lot. My compliments to Lavinia Borromeo, John Elkann’s wife, who in her spare time likes to design products for babies from the age of 0 to 4. Her collaboration with Guzzini was natural, since it’s a brand that has always worked with plastic. You can also find the opaque version (which I think loses its utility) and the two-wheeled one.

Ti potrebbero interessare anche: